Tutto è soggettivo, nel mondo dove vivi

Vivi in un luogo dove tutto è soggettivo, dove è il risultato a stabilire la misura della verità

La ragione in un mondo soggettivo

Quotidianamente, ognuno di noi, si trova a discutere di centinaia di argomenti e, puntualmente, su molti di essi, cerca di avere ragione, nonostante tutto questo sia un “luogo” dove ogni cosa è soggettiva.

Abbiamo già discusso sulla verità, su cosa sia e come funzioni. Dovremmo, di conseguenza, avvicinarci a tutte le argomentazioni, sulle quali ci troviamo a discutere, con un approccio più aperto e morbido.

Tutto è soggettivo, lo dice anche una Filosofia antica

Non è molto conosciuta, non per questo è poco importante. Una fra le filosofie più belle, specialmente utili, è quella di Aloha che fra i suoi scritti riporta:

Il risultato è la misura della verità

Da questo possiamo dedurre che se si discute di qualsiasi argomentazione, dove entrambi i soggetti abbiano ottenuto risultati identici ma con metodi differenti, tutti e due hanno ragione. Hanno, cioè, fatto esperienze differenti con risultati identici. Questo dimostra che tutto è soggettivo e che non si deve prevalere sugli altri, con la pretesa che i propri pensieri, modi e azioni siano più corretti; sono solamente differenti.

Questo ci porta a capire molte cose

Siamo in questo luogo per tanti motivi, la maggior parte dei quali li decidiamo noi. Viviamo in un mondo dove, nonostante la presenza di miliardi di persone, ognuno di noi è unico, con esperienze uniche, con percorsi diversi e risultati, tanta volte, uguali. Questo fa capire che tutto è soggettivo, che gli altri vanno rispettati e che potete parlare solo della vostra personale verità, senza pretendere che sia l’unica.

Dovreste, quindi, relazionarvi con gli altri con maggiore rispetto, ascoltando e imparando di più da altre esistenze, senza la pretesa di avere in assoluto la soluzione migliore, perché tanto, tutto è soggettivo.

Torna alla HOME PAGE

Foto di StockSnap