Un mondo per ogni essere vivente; il Multiverso

Quando diverse realtà vibrano allo stesso modo, perché differenti Anime hanno bisogno di un’Esperienza simile, si crea un ambiente unico, il Multiverso

Multiverso, un punto di vista possibile

Se vi dicessi che ognuno di noi vive in un Universo proprio e che l’insieme di tutti gli universi personali crea un Multiverso, mi credereste?

Probabilmente no, ma non importa. E non ha importanza perché questa realtà, è spettacolare e, tutti siamo liberi di pensare e credere ciò che vogliamo, senza dover per forza trovare un consenso in qualcosa o in qualcuno. L’importante è fare, credere o pensare, in modo da perseguire la felicità costante e la soddisfazione personale.

Allora, io credo che la nostra Anima sia un generatore di realtà, una realtà utile all’Anima stessa per evolvere. Quindi, tutte le Anime creano un proprio mondo per poter avere una “palestra personalizzata” e utile all’allenamento chiamato Evoluzione.

La domanda che nasce spontanea è la seguente:

Ma se ognuno di noi crea un proprio Universo, allora perché siamo in compagnia e non soli, perché riusciamo ad interagire con gli universi altrui?

Vedi ciò che è sul tuo stesso piano vibrazionale

In realtà, non vediamo gli universi di tutti, ma solo le realtà che vibrano su frequenze come le nostre, leggermente più alte o leggermente più basse.

Quando diverse realtà vibrano allo stesso modo, perché differenti Anime hanno bisogno di un’Esperienza simile, si crea un ambiente unico con differenti universi coesistenti che io chiamo, il Multiverso.

Anche se l’argomento rientra in pieno nelle mie competenze, come Utopista, perché sembra quasi assurdo, in realtà, questo spiegherebbe molte cose. Per esempio, le persone solitarie che non vogliono frequentare più nessuno, riescono a sintonizzarsi su realtà dove le relazioni diventano molto, molto difficoltose. Illustrerebbe ai violenti la frequentazione di ambienti e persone altrettanto violente. Farebbe capire perché tanti ricchi vivono in posti con altri ricchi e viceversa per i poveri e, potremmo continuare con decine di esempi simili.

Fermati a pensare…

In parole povere, la mia personale teoria sul multiverso, può sembrare totalmente assurda ma, se vi fermate a pensare al fatto che, sono i simili che si attraggono e non gli opposti, se meditate in merito alla similitudine che accomuna differenti esseri, dello stesso ambiante circostante al vostro, in abitudini, modi di fare, pensare e vivere, vi renderete subito conto che, in realtà, tanto assurdo questo pensiero, alla fine, non lo è.

Ognuno ha ciò che vuole, ognuno di noi è unico, ognuno di noi può creare la propria esistenza e ognuno di noi è anche libero di subire la vita senza fare nulla. Ognuno di noi può credere che questo luogo sia inferno o paradiso, credendo che il mondo sia meraviglioso o un posto terribile, non ha nessuna importanza. L’universo farà in modo che abbiate ragione. Alla fine, tutti voi, avrete il vostro mondo, che potrà coesistere con quello degli altri ma più o meno simile, creando il multiverso.

Torna alla Home Page

Foto di Gerd Altmann da Pixabay