Giudicare gli altri, non farlo mai

Le persone che normalmente giudichi, specialmente in maniera negativa, sono come te, ma con esperienze passate meno fortunate. Dovresti per questo guardarle con compassione, non con odio

Giudicare, perché lo si fa

Sembra che alla base del “giudicare” gli altri, vi sia un’affermazione di se stessi. In sostanza non si va a criticare il soggetto dell’attacco ma confermiamo ciò che noi non siamo e non vogliamo essere.

Questo, da una nuova prospettiva alla cosa e la rende più accettabile, non per questo giusta.

Gli altri sono come noi, ma con esperienze differenti

Quando dico che gli altri sono come noi, intendo in tutto e per tutto. Sempre partendo dal fatto che ogni cosa nel cosmo è Energia, di base, sono proprio della nostra stessa sostanza.

Senza analizzarla così nello specifico, guardandola da un punto di vista più terrestre e pratico, le persone nascono, per un’infinità di motivi, molte volte, in situazioni difficoltose o, nel corso della loro esistenza, si trovano ad affrontare esperienze che non riescono a superare correttamente.

Il risultato, naturalmente, può essere drammatico o meno, persone normali che si trasformano in barboni, disperati senza fissa dimora, gente con comportamenti fuori dalla norma e via discorrendo.

Giudicare, perché è sbagliato?

Il principale motivo è semplice. Quelle stesse persone che ti danno fastidio, che giudichi, che eviti o che addirittura ti urtano e vorresti eliminare, potrebbero aver passato l’inferno. Magari hanno perso persone care. Possono essere nate in luoghi tremendi oppure in famiglie violente o, magari, senza famiglia. Possono aver perso tutto per aiutare altri e, molto altro, senza limite alcuno ai miliardi di possibili eventi che possono travolgere un essere umano.

Tu, al loro posto, come ne saresti uscito? Avresti ciò che hai oggi? O saresti addirittura peggiore?

Cerca di ragionare e conduci una vita morale

Cerca di ragionare, non giudicare più. Hai una bella vita? Sei fortunato e non ti manca nulla? Hai una famiglia stupenda e un tetto sulla testa?

Allora, la prossima volta che esci, guarda i tuoi simili con compassione. Se riesci aiutali. Cerca di vederli con un’ottica corretta e da persona di elevato valore.

Vedila così

Anche se abbiamo detto che nell’atto del giudicare, confermi solo ciò che non vuoi, pensa invece in maniera differente. Tu sai già di essere migliore e più fortunato e devi, con pensieri, parole e azioni, confermarlo.

Allora, quando ti troverai di nuovo di fronte a qualcuno che, normalmente giudicavi in maniera, magari anche cattiva, fermati e pensa:

Lui o lei ed io, siamo la stessa cosa. Per motivi che non è possibile sapere o che scoprirò tardi, la mia esistenza è migliore e sono stato sottoposto a prove meno pesanti.

Lui, invece, sempre per motivi ignoti, ha vissuto una vita sfortunata che lo ha portato a perdere tutto, se stesso in primis.

Per questo lo benedico e gli auguro il meglio e che, il mondo, domani, possa vedere sempre più persone felici, meno sfortunate e meno sole.

Torna alla Home Page

Foto di Лечение Наркомании