Pensare bene è come ascoltare musica alla radio. Quando una canzone non ci piace, dobbiamo solamente cambiare frequenza. Dobbiamo sempre portarci in situazioni che ci fanno stare bene. Questo significa, sintonizzare di ciò che ci circonda, alla frequenza di ciò che crea piacere alla nostra Anima

Positivi si ma con cautela…

Il Pensiero Positivo può cambiarti l’intera esistenza in maniera impressionante.

Oggi, più che in passato, questa corrente di pensiero sta attecchendo alle persone.

Mentre nel secolo scorso la maggior parte della gente non sapeva neanche cosa fosse, oggi tutti ne conoscono il significato ma ancora pochissimi lo utilizzano in pieno o credono fermamente nei suoi benefici.

Senza considerare poi, come sempre, che è diventato anche un terreno fertile per chi vuole farci dei guadagni sulle spalle dei bisognosi, promettendo miracoli in poco tempo. Cosa che fa cadere i più deboli e sfortunati in un crescendo di disperazione, fase che segue un finto inizio incredibilmente felice.

Il problema, come al solito, è l’estremismo. Si è passati dal non conoscerlo al praticarlo a tutti i costi.

Ma andiamo piano, per gradi

Perché tale corrente di pensiero può cambiarci la vita?

Semplice. La Mente ha un influenza sul piano fisico più di qualsiasi altra cosa in assoluto, dopo l’Anima, naturalmente.

Che l’atteggiamento mentale sia la chiave, lo dimostra anche il fatto che se uno stesso problema, messo di fronte a due persone di visione opposta, magari un pessimista e un ottimista, verrà risolto differentemente. Anzi, con molta probabilità, a seconda della gravità del pessimismo, il pessimista potrebbe non risolvere il problema o addirittura finire per ingrandirlo, a differenza dell’ottimista.

Siamo sempre li, torniamo spesso sugli stessi discorsi. Tutto è Energia che Vibra ad una determinata Frequenza. Quando ci “sintonizziamo” sulla frequenza sbagliata, attiriamo situazioni sbagliate e viviamo in realtà auto generate e cattive a loro volta.

Pensare bene è come ascoltare musica alla radio. Quando una canzone non ci piace, dobbiamo solamente cambiare frequenza. Ci dobbiamo sempre portare in situazioni che ci fanno stare bene, questa è la sintonizzazione di ciò che ci circonda con la nostra Anima.

Lo “stare bene”, porta a noi tutta una serie di benefici dall’impatto impressionante ma sul momento non quantificabili, né tanto meno percepibili.

“Da terra al settimo piano, in un balzo?”

Come quelle medicine indispensabili al malato, che funzionano, anche il Pensiero Positivo porta benefici ma non senza controindicazioni.

Le persone pretendono di partire subito con la pratica del Pensiero Positivo, credono di cambiare tutto in poco e, per un pò di tempo, riescono anche nell’impresa, finché non finisce lo slancio iniziale! …per cascare successivamente nella delusione totale…

Ma io vi domando…quando salite le scale, le fate un gradino alla volta o da terra al settimo piano ci arrivate in un balzo?

Il problema è proprio questo!

Premesso che ognuno di noi parte da un livello differente di Felicità di base se non addirittura di tristezza e depressione, le cose devono essere affrontate per gradi.

Ricordate il discorso di Vibrazione? Bene, essere felici richiede un “lavoro vibrazionale” elevato, uno sforzo continuo insomma. Chi non è abituato a tale lavoro, deve iniziare per gradi, deve allenarsi tutti i giorni e deve passare ad un livello di Felicità sempre leggermente superiore ma un passo alla volta.

L’aumento graduale di Felicità, lo sforzarsi poco poco per volta ad un atteggiamento Positivo quotidiano, è il segreto per arrivare ad essere solari, allegri e psicologicamente sani, in maniera costante. Di conseguenza e automaticamente, tutto ciò vi circonda, persone e cose, migliorerà insieme a voi.

Allora, questo stato di Pensiero Positivo?

E’ certo! Il  Pensiero Positivo è una cosa reale che può cambiare tutto! Ma a parte quelle persone fortunatissime che lo portano dentro, che così sono nate, dietro ad un nuovo atteggiamento migliore ci sono mesi e mesi di sudore.

E’ possibile per un pessimista diventare positivo? Si! Ve lo assicuro, ma non è diverso dal voler dimagrire, difficile e solo se ci si impegna.

Se esaminiamo attentamente chi ci circonda, ci accorgeremo che anche quelli più solari, molte volte non lo sono o non riescono sempre ad esserlo, è normalissimo. Così come la natura non può avere un cielo sereno in continuazione, tanto meno noi che siamo più deboli della natura possiamo persistere in una condizione.

Ma è diverso dal non provarci.

Allora partite dal vostro livello di positività. Sforzatevi di essere sempre più positivi. Non permettete a niente e nessuno di rendervi tristi. Fate il vostro passetto giorno dopo giorno verso un futuro solare. Cercate metodi che siano adatti alla vostra persona. Ma non mollate mai!

E sulla porta di casa, appendete “Prometto a me stesso” di Christian D. Larson e, ogni giorno, prima di uscire, leggetelo!

Torna alla Home Page

Foto di Gerd Altmann da Pixabay