“La Vita è sempre stata, è e sempre sarà “uno specchio” su cui è possibile riflettere il Paradiso o l’inferno, ma l’immagine da riflettere la create voi.”

Una delle prime cose di cui ti rendi conto, quando passi dallo stato di “Dormiente” a “Risvegliato in Vita”, è quanto sia stupendo il mondo e tutto ciò ti circonda e, Comprendi che il Paradiso è quello in cui attualmente viviamo, a patto di riuscire a viverlo come andrebbe vissuto, a patto che il tuo punto di vista venga corretto a tale scopo, a patto di divenire Positivi e molto altro…

Per tagliare corto, tiri le somme, capisci che molto di quello che non ti godevi, non te lo godevi per colpa tua.

Il Paradiso era lì a portata di mano, ma non eri in grado di vederlo, non eri “sintonizzato” su quella realtà.

Ma perché parlo di vita meravigliosa e poi in sottotitolo aggiungo “…quasi sempre…”?

Gli esseri umani hanno la cattiva abitudine di delegare le cose brutte.

Mentre per i successi sono tutti disponibili ad assumersene i meriti, per le colpe e gli avvenimenti terribili sentono la necessità di scaricare ogni cosa verso altro o altri, verso l’esterno.

Quando non va, è colpa del mio amico. Ho perso una persona cara, Dio non esiste! Non mi va bene nulla, questa è la sfortuna.

Non è così!

La Vita, in generale, può essere stupenda o terribile, questo a seconda di come ci relazioniamo con essa.

Come un coltello può essere utilizzato per tagliare il pane che sfamerà un povero. Lo stesso coltello potrebbe assassinare qualcuno.

Le cose sono e basta, punto. Noi abbiamo il Potere di conferire all’inanimato o all’animato, il colore che vorremmo vedere.

Quindi, l’esistenza può essere stupenda e, quando muta, perché abbiamo perso qualcuno di caro o perché abbiamo smarrito la fiducia in tutto o per tanti altri motivi, non riusciamo più a conservare un punto di vista positivo e, questo, solo ed esclusivamente perché siamo così rabbiosi e turbati nell’Anima, a livello interiore, che tutto si riflette intorno, trascinandoci a livelli sempre inferiori di vita quotidiana negativa.

Inferno o Paradiso?

La Vita è sempre stata, è e sempre sarà “uno specchio” su cui è possibile riflettere il Paradiso o l’inferno, ma l’immagine da riflettere la create voi.

Non c’è mai stato, non c’è e mai ci sarà qualcuno a cui attribuire le colpe se non su voi stessi se, in “quello specchio”, le immagini non saranno stupende.

Tutto è una prova per renderci migliori. Tutto è un riflesso di ciò che portiamo dentro. Siate felici, lo so, a volte è veramente difficile.

E non smettete mai di imparare, la vita è questo, Evoluzione in una scuola fatta di infinite Esperienze dirette.

Torna alla Home Page

Foto di Karina Mannott da Pixabay